Stalle abusive in Ciociaria, gestite da rom maxi sequestro

Nella mattinata odierna, personale della Polizia di Stato ha fornito assistenza al comune di Sora nell’esecuzione di un’ordinanza di demolizione di alcune opere abusive presso le località di Baiolardo e Campopiano. Le strutture, come accertato dagli investigatori della Questura di Frosinone, erano riconducibili a soggetti di etnia rom ed erano utilizzate come rimesse di foraggio per il bestiame.  

La determinazione ad operare gli abbattimenti, giunta dopo un lungo e complesso iter amministrativo, è stato un forte segnale di sostegno all’opera di ripristino della legalità, fortemente voluta dalla Questura sul territorio di Sora, nel solco dell’azione di contrasto alla criminalità iniziata con l’operazione “Requiem” della Squadra Mobile, che aveva portato all’arresto di diversi personaggi, tutti coinvolti a vario titolo in un’associazione per delinquere ben radicata nella cittadina.

Per favorire lo svolgimento delle operazioni di abbattimento dei manufatti abusivi, con l’ausilio dei mezzi d’opera intervenuti sul posto, come stabilito in sede di Comitato provinciale, presieduto dal Prefetto di Frosinone, il Questore ha predisposto un articolato piano di servizi di ordine e sicurezza pubblica, finalizzato a fornire l’assistenza della forza pubblica all’ufficio tecnico del Comune di Sora nello svolgimento delle attività di demolizione, cui hanno concorso gli agenti della Polizia di Stato ed il personale dell’Arma dei Carabinieri.

Redazione Digital

Potrebbero interessarti anche...