Veroli, tornano le processioni Venerdì Santo è tradizione ultracentenaria

Tornano le processioni, il rito della lavanda dei piedi e la Veglia pasquale in tutte le sue parti. La Conferenza episcopale italiana in vista della conclusione dello stato di emergenza adegua i suoi protocolli.

L’anno scorso Massimo Terzini aveva realizzato un fotomontaggio raffigurante l’Addolorata nei pressi della Passeggiata cittadina con lo sguardo verso Santa Salome. Nella Basilica della patrona era custodito il Cristo morto. Un messaggio di speranza in una Pasqua senza riti né processioni.

Quest’anno invece la Madonna Addolorata potrà tornare in processione. La Conferenza episcopale italiana infatti ha annunciato che il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia da COVID-19, in conseguenza della cessazione dello stato di emergenza DL 24 marzo 2022, n.24, offrirà la possibilità di una prudente ripresa dei riti pasquali. In seguito allo scambio di comunicazioni tra CEI e Governo, con decorrenza 1° aprile 2022 è stabilita l’abrogazione del Protocollo del 7 maggio 2020 per le celebrazioni con il popolo pertanto potranno svolgersi anche le processioni in tutto il territorio nazionale.

Durante la Settimana Santa, momento rappresentativo della vera fede cristiana, si rievocano gli ultimi giorni della vita terrena di Gesù; a Veroli le celebrazioni liturgiche si accompagnano alle tradizioni ultracentenarie della città, tra queste la solenne processione del Venerdì Santo.

Redazione Digital

Potrebbero interessarti anche...