Veroli sconfitta da Trapani

GZC Veroli: Sanders 18, Cittadini 11, Rossi 12, Tomassini 9, Samuels 11, Giammò ne, Blizzard 4, Casella 5, Fabiani ne, Carenza 3. All. Ramondino.
LIGHTHOUSE Trapani: Renzi 18, Bartoli ne, Costadura ne, Lowery 14, Baldassarre 19, Bossi 4, Rizzitiello 6, Tabbi, Parker 8, Ferrero 13. All. Lardo.
Parziali: 21-23, 38-38, 55-58, 73-82.
Arbitri: Migotto, Sivieri, Terranova
Spettatori: 1600 circa

Il big match della terza giornata di ritorno di Adecco Gold si risolve in favore di Trapani che ha il grande merito di controllare le sfuriate di Sanders e compagni e piazzare l’allungo decisivo quando di fatto si decide la partita. Brava la Lighthouse a limitare la voglia dei giallorossi di tornare al successo dopo lo stop di Napoli e abile a controllare il ritmo sbagliando, soprattutto nella seconda parte di gara, davvero pochissimo in attacco. Un successo che consente agli amaranto di rimanere incollati alle posizioni di vertice e che gli fa agganciare Veroli in classifica. Ma andiamo con ordine. Solito quintetto base per Marco Ramondino con Tomassini, Sanders,e Casella sugli esterni a supportare Cittadini e Samuels sotto canestro. Lardo invece tiene inizialmente in panchina Parker affidandosi a Bossi, Lowery, Ferrero, Baldassare e Renzi.
Pronti via ed è subito Trapani a sorprendere Veroli. I siciliani trascinati dal suo Renzi & Lowery piazzano subito un primo parziale terrificante (0-8). Veroli prova a scuotersi. Cittadini, Samuels e Tomassini (tripla) trovano canestri importanti che tengono la Gzc attaccata al match (9-10 al 4′). La partita è bella ed equilibrata anche se Veroli sbaglia qualcosa di troppo in attacco. Il primo sorpasso giallorosso porta la firma di Samuels (15-14 al 6′) tra i più positivi della prima parte di gara. Veroli prova a giocare la sua pallacanestro, fatta d’intensità in difesa e controllo del ritmo, quella pallacanestro che l’ha condotta sino al vertice della classifica. Samuels sembra una furia (19-14 al 9′). Alla fine del primo parziale il punteggio vede comunque Trapani avanti di due: 21-23. Protagonista in assoluto il lungo Andrea Renzi che ne scrive a referto 10 in dieci minuti di gioco.
Il secondo quarto inizia con Veroli subito all’attacco. La formazione allenata da Marco Ramondino spinge sull’acceleratore sin dal rientro in campo. Carenza trova la tripla del nuovo sorpasso. Veroli allunga sino al 33-27 di metà frazione. Lardo giustamente preoccupato chiama time out nel tentativo di scuotere i suoi. Trapani stringe le maglie in difesa, Veroli commette qualche errore di troppo forzando il tiro e Renzi (16 a metà partita) sotto canestro la fa da padrone ricucendo lo strappo (38-38 al 19′). Stesso punteggio con cui le due squadre vanno al riposo lungo.
Al rientro in campo é ancora l’equilibrio a farla da padrone. Veroli soffre la difesa pensata e messa in campo da Lino Lardo, Ferrero trova il canestro del massimo vantaggio ospite (42-48 al 23′) che costringe Ramondino a chiamare time out. La difesa di Trapani manda in bambola Samuels e compagni che puntualmente sbattono sul muro ospite. Sanders interrompe il digiuno da canestro dei suoi (44-48 al 26′), Veroli ci mette il cuore per ricucire lo strappo recuperando in difesa diversi palloni e quando Cittadini trova il canestro prima del – 2 e poi della parità (50-50 al 27′) il “palas” esplode in un urlo liberatorio. Trapani non ci sta, Rizzitiello trova la tripla del contro sorpasso rispondendo ad un canestro di Tomassini (52-53) ma è lo stesso ex Ferentino a consegnare nuovamente il vantaggio alla Gzc (54-53). Una tripla di Baldassarre e un canestro dalla media distanza di Lowery mandano le due squadre all’ultimo mini riposo sul 55-58 in favore di Trapani. Il quarto parziale comincia allo stesso modo di come era terminato quello precedentemente con Lowery che trova in contropiede il canestro del +5 ospite (55-60). Veroli sbanda pericolosamente, Trapani allunga fino al 55-62, Samuels sull’azione successiva trova un canestro e fallo che tengono Veroli attaccata alla partita (58-64 al 33′). Ma è solo un fuoco di paglia perché è ancora Baldassare a tappare le velleità di vittoria della Gzc (58-66). Veroli finisce la benzina mentre Trapani continua a viaggiare sulle ali del l’entusiasmo trovando con Ferrero, Renzi e Lowery i canestri che di fatto chiudono la partita. Finisce 73 a 82 in favore di Trapani che stacca il quarto successo consecutivo di questo inizio di 2014. Per Veroli invece arriva il secondo stop in fila dopo quello di Napoli e domenica si va a Brescia. basketveroli.it

Potrebbero interessarti anche...