“Veroli bene comune”, Marani lancia le sue proposte

Pubblichiamo le proposte di Mario Marani, candidato nella lista “Veroli bene comune” a sostegno di Danilo Campanari.
«Il giorno delle elezioni si avvicina, è tempo di raccogliere i frutti di tante battaglie condotte, a volte, in maniera solitaria ma, sempre, per la crescita di Veroli – ha afermato Marani – Chi, in questi anni, ha avuto la bontà di seguirmi sa che non parlo di proclami elettorali dell’ultima ora ma di un impegno costante ed ininterrotto che porto avanti da anni. Spero di poter continuare a lavorare per il nostro paese, a fianco di un Sindaco con anni di esperienza sulle spalle che sappia indirizzare al meglio le mie energie che risponde al nome di Danilo Campanari e che supportero’ nella lista “Veroli bene comune”. Soldi in cassa ce ne son pochi, inutile promettere cose mirabilanti che difficilmente si potranno mantenere e gli elettori, giustamente, non perdonano.
Pochi punti e concreti:
Voglio riportare uno sportello postale al centro storico di Veroli, per le persone anziane che devono recarsi a piedi, con molto disagio, presso quello in Passeggiata San Giuseppe. A tal fine avrò un incontro propedeutico con i vertici di Poste italiane.
Tramite istituti bancari che verranno convenzionati con il Comune, otterrò dei mutui a tasso agevolato per le giovani coppie o nuovi cittadini che sceglieranno di risiedere a Veroli per almeno un triennio, in particolare al centro storico che va ripopolato.
Mi batterò per la definitiva messa a norma del Polivalente, che possa funzionare regolarmente per spettacoli ed eventi, dando anche un luogo ai giovani per tirare qualche canestro come è sempre avvenuto in passato. Un parco giochi per i bimbi, nella zona soprastante lo Chalet, cosi che i nostri figli sappiano dove andare a giocare e non siano costretti a farlo per strada con i rischi che ne derivano.
L’acqua dovrà tornare pubblica. Sarà un’altra mia battaglia per portare beneficio nelle tasche dei verolani cercando di evitare di entrare nell’ATEM FR2 di nuova costituzione.
Si terranno corsi ed incontri con master class musicali tenuti da eccellenze verolane che possano rivitalizzare il centro, oltre Ernica Etnica ed i Fasti, dando lustri a molti nostri locali, chiese ed edifici storici. Propongo la regolamentazione del traffico del centro storico in maniera tale da agevolare il commercio ma anche chi intende passeggiare tranquillamente e la ealizzazione di un presidio sanitario che preveda almeno un servizio di radiologia nell’edificio di Largo Alfedena. Bisogna incrementare il turismo religioso, partendo dalla Basilica della Patrona del paese S.Maria Salome, a seguire con un percorso ideale che si snodi nel paese e che tocchi tutte le nostre antiche chiese coinvolgendo le numerose ed attivissime associazioni culturali presenti sul nostro territorio. Far ripartire iniziative enogastronomiche, tipo lo slow food. Realizzare un centro outlet riaprendo le moltissime botteghe chiuse e dando lavoro a molti giovani con incentivi alle aperture. Questi sono per me punti di vitale importanza e che porterò avanti con la costanza e la dedizione che mi hanno contraddistinto in questi anni se verro’ eletto consigliere comunale. Tengo a ribadire – ha concluso Marani – che tenterò di fare altrettanto anche in caso di non elezione in quanto, per me, l’importante è riuscire a fare qualcosa per Veroli come ho fatto finora da semplice cittadino».

Potrebbero interessarti anche...