Secchio di vernice contro l’ambasciata russa, in Italia fermato dai militari

Lancia un secchio di vernice rossa contro il cancello dell’ambasciata russa in via Gaeta. Un ucraino di 43 anni è stato fermato e denunciato dalla polizia nella mattinata di lunedì dopo aver messo in atto la sua protesta contro l’invasione di Mosca del suo Paese. «L’ho fatto per simboleggiare il sangue che i miei connazionali hanno versato nella guerra contro la Federazione russa», il senso delle dichiarazioni dell’uomo dopo essere stato fermato dai militari dei Granatieri di Sardegna di guardia alla delegazione diplomatica.

Sul posto, poco dopo le 6.30, sono intervenuti gli agenti del commissariato Salario-Parioli, insieme con quelli della Digos: l’ucraino, presente sul territorio nazionale con regolare permesso di soggiorno, è stato subito preso in consegna e identificato. Quindi è stato condotto in ufficio per accertamenti. Sul suo conto non sono risultati precedenti di polizia ed è stato quindi segnalato all’autorità giudiziaria per danneggiamento. corriere.it

Potrebbero interessarti anche...