Mega falò di San Giovanni in Ciociaria, la notte più corta dell’anno con le musiche di Palladini

di Biagio Cacciola

Dopo due edizioni in tono minore, si è celebrata nel luogo suggestivo delle grotte di Collepardo, la festa di San Giovanni. Migliaia di persone hanno partecipato con gioia a questa notte speciale. Nella notte più corta dell’ anno, in un clima di fratellanza e di simbiosi con la natura, si è ripetuto il rito del comparatico attorno alla pila di fuoco.

Dopo le spiegazioni di Marco Sarandrea sul significato delle erbe, in particolare dell’ artemisia e dell’ iperico (erba di San Giovanni) e la preghiera di benedizione in aramaico del sottoscritto si è rinnovata la tradizione del comparatico. Il tutto accompagnato dalle musiche popolari dei Bifolk e di Faith Federico Palladini. Tanti i volontari delle varie associazioni e degli enti, in primis Laziocrea, il comune di Collepardo e la Provincia presente con l’assessore alla cultura Vacana. Una notte speciale dove la bellezza e la fratellanza hanno trionfato.

Potrebbero interessarti anche...