Made in Frosinone, Abdessamad Eljaouzi candidato a sostegno di Mastrangeli

“Con il candidato sindaco Riccardo Mastrangeli condivido l’impegno per la città, sotto il segno del fare, della concretezza, del contributo fattivo per consolidare il ruolo strategico del capoluogo e per continuare a investire su progetti dalla forte impronta green e sociale, investendo sullo sviluppo e sui giovani – ha affermato Abdessamad Eljaouzi, detto Josi, candidato nella lista Mastrangeli sindaco per Frosinone – Far diventare la nostra città un Hub, punto di riferimento del Basso Lazio grazie ai fondi del PNRR, è un’occasione unica per creare nuove opportunità di lavoro e occupazione. Per farlo, si punta a sviluppare una strategia politica per creare un ecosistema economico e socio-culturale  basato sul partenariato Pubblico-Privato. Punto di arrivo e di partenza sarà il recupero di infrastrutture abbandonate per la creazione del Centro tecnologico e sostenibile, come spazio fisico di riferimento per le relazioni istituzionali e internazionali, il marketing territoriale, per l’internazionalizzazione delle PMI e per attrarre investimenti, per lo sviluppo del turismo locale, la promozione dei nostri valori culturali e dei prodotti locali  “MadeInFrosinone”.

Un modello di rigenerazione economica sostenibile per offrire luoghi adatti alle esigenze dei giovani e delle startup per sviluppare le loro idee, esprimere il potenziale innovativo e creare nuove opportunità per il nostro territorio. Da qui, vogliamo lanciare  l’Expo Frosinone e creare una serie di fiere espositive ed eventi a carattere regionale, nazionale ed internazionale, permettendo l’incontro tra le migliori realtà imprenditoriali ed artigianali del nostro territorio, sfruttando la nostra posizione strategica tra Roma e Napoli. L’idea di investire su un Centro strategico per aprire una finestra internazionale sul “Made In Frosinone” vuole riscrivere, inoltre, un modello di governance che faciliti l’accesso a tutti i servizi e migliori la vita ai cittadini e alle imprese del Capoluogo. Fondamentale quindi implementare le competenze digitali, in particolare per i giovani e le startup.
Digitale sì ma facile: l’accesso ai servizi digitali dell’amministrazione deve essere accompagnato da un percorso permanente di presenza, divulgazione e di assistenza soprattutto per le persone con meno competenze digitali, gli anziani, i portatori di disabilità.

Ora che la stabilità finanziaria del comune è stata raggiunta grazie alle azioni efficaci e puntuali compiute dall’amministrazione Ottaviani e dall’assessore al bilancio Riccardo Mastrangeli in particolare, bisogna investire risorse economiche per lanciare il nostro capoluogo in un contesto internazionale ricco di nuove opportunità da cogliere, specie per i giovani, veicolando in modo trasparente e coerente le risorse del PNRR per lo sviluppo della nostra città. Per questo motivo il modello “Frosinone Capoluogo Internazionale” non solo prevede che i numerosi servizi del nostro eco-sistema siano condivisi con tutta la rete dei partner politici e istituzionali, ma soprattutto che il modello sia facilmente esteso al resto dei comuni della provincia e che sia replicabile su larga scala”.

Abdessamad Eljaouzi, detto Josi, esperto in comunicazione diplomatica e relazioni internazionali, è da sempre impegnato nel sociale: in passato, si è occupato della raccolta e consegna di preziose mascherine chirurgiche durante il lockdown all’ospedale Spaziani ed è stato il promotore della campagna “Salute in Treno” per l’installazione di kit di pronto soccorso nei treni, diventata legge nel 2017. 

Redazione Frosinone

Potrebbero interessarti anche...