“Ho ucciso mia figlia”, la madre della piccola Elena confessa l’omicidio

È stato trovato il cadavere di Elena Del Pozzo, la bambina di cinque anni di cui era stato denunciato il rapimento ieri a Tremestieri etneo, nel Catanese. E a farlo rinvenire è stato la madre, Martina Patti, 23 anni, che ieri agli inquirenti aveva detto che la piccola le «era stata portata via da una banda di tre uomini incappucciati», all’uscita dall’asilo, ha confessato. Poco fa la conferma: la donna ha confessato, ma non ha saputo spiegare come e perché avrebbe commesso il delitto. L’interrogatorio Martina Patti si è concluso poco dopo le 15: non è riuscita a fornire una dinamica completa del delitto né del movente. La Procura sta predisponendo il suo fermo per omicidio pluriaggravato e occultamento di cadavere.

I carabinieri del comando provinciale di Catania sono sul posto: un campo incolto a 200 metri dall’abitazione della madre. «Stanotte la donna ha subito un lungo interrogatorio e le erano state contestate varie incongruenze – ha affermato il procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro – E stamattina ha fatto ritrovare il cadavere e adesso stiamo raccogliendo le sue dichiarazioni presumibilmente confessorie». corriere.it

Potrebbero interessarti anche...