Frosinone, Terrazze del Belvedere Jacopo Nannini chiede regole e controlli

“Stasera iniziano le Terrazze del Belvedere per questa estate – ha affermato Jacopo Nannini,segretario provinciale dei giovani socialisti – Non contesto questa scelta nel suo scopo di fondo: ha riacceso una parte della città e aggregato molti giovani ma ci sono dei problemi enormi non affrontati. Il primo è impensabile non garantire ai residenti un permesso per transito e posteggio, costringendo i residenti (specialmente anziani e famiglie) a 4 sere su 7 di ‘arresti domiciliari’ senza poter uscire. Parcheggiare e transitare per residenti e avventori diventa un dramma senza un piano organizzativo serio, con macchine ovunque e nessun controllo”.

“Questa amministrazione dimostra ancora una volta tutta la strafottenza e arroganza nei confronti di una parte di città, potendo risolvere con un semplice pass il problemi dei residenti (anche nella ZTL a due passi da piazza di Spagna a Roma si può transistore e a Frosinone no) – ha aggiunto Nannini – Secondo problema è una ragione di fondo: il corso non è il centro storico, tutta la zona interna è completamente abbandonata all’incuria e alla assenza di luoghi di aggregazione da Porta Campagiorni, via Angeloni (diventata una autostrada per i residenti), Santa Maria… Non si può utilizzare un corso come vetrina per. nascondere il marcio e trasandato della zona interna. Non voglio rassegnarmi ad un centro storico Disneyland di sera e cimitero di giorno”.

Redazione Digital

Potrebbero interessarti anche...