Frosinone, Memmo boccia il sondaggio della Ghisleri “Roba berlusconiana come nel 1998”

“Far pubblicare ad un quotidiano locale un sondaggio a pochi giorni dalla presentazione delle liste elettorali, commissionato a una società legata a Silvio Berlusconi, è un segno di grande debolezza – ha affermato Domenico Marzi, candidato a sindaco di Frosinone – O, meglio ancora, di paura. Le persone che sto incontrando ogni giorno raccontano storie molto diverse, ed è per loro che siamo a lavoro. Anche nel 1998 e in altre campagne elettorali, peraltro, i sondaggi berlusconiani fornivano gli stessi auspici di parte. La storia ci insegna come andò a finire grazie al voto dei cittadini che mi indicarono sindaco di Frosinone. Tranquilli, non agitatevi troppo: anche questa volta finirà allo stesso modo”.

Redazione Frosinone

Potrebbero interessarti anche...