Frosinone, festa patronale messa in soffitta Pizzutelli bacchetta Ottaviani

“Sono trascorsi dieci anni dall’insediamento della prima giunta Ottaviani, nel cui programma elettorale poi ripreso anche nel 2017, faceva bella mostra un nuovo look e nuova linfa per come sarebbero state (ad oggi ancora attendiamo…) le nuove future ed avveniristiche edizioni della festività dei nostri Santi Patroni Ormisda e Silverio – ha affermato Angelo Pizzutelli capolista PD a sostegno di Domenico Marzi – Dopo un mandato e mezzo di nulla cosmico, ecco la geniale idea di scomodare ed emulare inopportunamente un paio di anni fa, le altrui tradizioni per rilanciare i nostri patroni Silverio ed Ormisda e nella fattispecie la realizzazione di un baldacchino identico alla macchina di Santa Rosa propria della cultura viterbese. Oltre al costo deliberato recentemente dalla attuale giunta e commisurato per oltre 80mila euro di spesa, resta la scelta singolare adottata. Pensiamo e proviamo ad immaginare per dare una idea, se a Viterbo per arricchire il loro carnevale introducessero l’ausilio della nostra radeca. Restando sulla praticità più assoluta, resta il fatto che in dieci anni di amministrazione targata centrodestra, la nostra festa patronale è finita letteralmente in soffitta e relegata a programmi di festeggiamenti da dimenticare tra pop corn per tutti e giungla di porchetta, con buona pace dei frusinati che di anno in anno si chiedevano illusoriamente quale sarebbe stato quello buono per il rilancio definitivo della stessa”.

Potrebbero interessarti anche...