Festa della disabilità, ecco il nuovo parco pubblico di Boville Ernica con il chiosco

Molto presto il parco pubblico avrà anche un chiosco con un punto ristoro, grazie al progetto previsto nel bando con cui il Comune lo ha dato in gestione. L’Amministrazione si impegnerà per migliorare la struttura “perché – ha ricordato il sindaco Enzo Perciballi – essa è, e rimane pubblica”. Il primo cittadino con altri amministratori, fra cui l’assessore all’Urbanistica Benvenuto Fabrizi, quello ai Servizi sociali Anna Verrelli e quello al Bilancio Rocco Picarazzi, insieme anche ai consiglieri Martina Bocconi delegata al Turismo e Luigi Onorati delegato all’Ambiente, ha partecipato alla Festa della Disabilità, organizzata presso il Parco pubblico dall’associazione Noi Con Voi che, nei mesi scorsi, si è aggiudicata la gestione dell’area. 

Solo qualche minuto prima lo stesso Perciballi aveva tagliato il nastro per la restituzione all’uso del Lavatoio al termine del restauro, così rimettendo di fatto a disposizione del paese un importante spazio di aggregazione, soprattutto per i giovani. Due eventi legati a doppio filo, l’inaugurazione del lavatoio e la Festa della Disabilità perché, proprio grazie al bando voluto dall’Amministrazione Perciballi, il gestore del parco ha avuto anche l’onere di ristrutturare l’antico fontanile. 

Durante la festa, che ha visto centinaia di presenze fra associazioni, famiglie e diversamente abili, il sindaco ha ringraziato Noi Con Voi e la presidente Anna Mastrantoni per aver avuto il coraggio di prendere in gestione “uno spazio dedicato e facilmente accessibile che, finalmente, torna a vivere” annunciando che “a breve verrà montato il chiosco così ci sarà anche un punto di ristoro”. Poi il primo cittadino ha sottolineato l’importanza dell’aspetto sociale insito nella scelta fatta dall’Amministrazione prima e dall’associazione poi: “Anna Mastrantoni – le parole di Perciballi – ha pensato di far vivere questo spazio a tutte le persone speciali, alle persone diversamente abili che, in realtà sono molto abili perché ci fanno vivere la vita da un’altra prospettiva, nella semplicità del volersi bene. Sono state necessarie tanta fatica, attenzione e cura. Ringrazio Anna perché sta curando i dettagli. Per questo anche noi come Comune continueremo ad impegnarci per migliorare il parco e per il sociale perché, al netto della demagogia, il parco rimane pubblico. È del Comune. Abbiamo soltanto saputo cogliere questa opportunità per Boville, perché una struttura così deve essere sempre fruibile a tutti”.

Redazione Digital

Potrebbero interessarti anche...