Ferentino, niente processione santo patrono ecco il vino Ambrosius della cantina Liberatori

di Fabio Paris

Nonostante la tradizionale festa in onore di S. Ambrogio, martire e patrono della città di Ferentino, sia stata oggetto dell’ennesimo rinvio, non mancano comunque le iniziative sul territorio legate alla figura del leggendario milite romano, sacrificatosi per la cristianità. L’ultima delle proposte, muove da una realtà del luogo, la cantina Casale Luciano, che ha realizzato un prodotto dedicato alla memoria del patrono ferentinate.
Il sindaco Antonio Pompeo e l’assessore Angelica Schietroma hanno ricevuto, oggi, presso la casa comunale, l’ideatore del vino “Ambrosius”, titolare della cantina produttrice, Luca Liberatori. 

“Il mio vuole essere sicuramente un omaggio al nostro Santo e protettore Ambrogio, ma anche un esempio, risultato di un notevole sforzo produttivo, teso a dimostrare come le varie iniziative sul territorio possano trovare sintesi nel frutto delle professionalità di ognuno di noi. Ambrosius e Ferentinum, altro mio prodotto che rende omaggio alla città gigliata, sono tutto questo. Due prodotti della terra, della nostra Ciociaria (Ferentinum è prodotto interamente con uve di Maturano della valle di Comino, ndr), che vogliono anzitutto valorizzare il territorio dal quale provengono e sul quale, inizialmente, sono stati promossi”.
Grande soddisfazione anche da parte dell’assessore Schietroma, sempre attenta alla valorizzazione delle competenze territoriali.”L’iniziativa di Casale Luciano è lodevole e merita di essere valorizzata. Imprenditori come Luca Liberatori devono poter contare sul supporto e l’incoraggiamento da parte dell’amministrazione pubblica quale primo elemento di gratificazione ed ausilio alla loro attività. Siamo vicini a tutte le attività del territorio che ogni giorno si rimettono in gioco per donare lustro alla nostra città”.

Potrebbero interessarti anche...