Chiusura Polizia ferroviaria in Ciociaria, Ciacciarelli scrive al sottosegretario Molteni

Chiusura Polizia ferroviaria in Ciociaria, Ciacciarelli scrive al sottosegretario Molteni.

“Come noto e da qualche tempo, per decisione presa da Compartimento Polfer di Roma, dovuta alla carenza di personale, il presidio Polfer della Stazione di Cassino chiude gli uffici, dalle 19 di sera fino alle 7 del giorno successivo – ha affermato il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli – Durante questo periodo la stazione, a detta degli operatori e degli organi di informazione locale, diventa terra di nessuno. Il provvedimento seppur legittimo, perchè causato da una stato di emergenza, diventa, tuttavia, inaccettabile per coloro che ogni sera, per motivi di lavoro o personali, sono costretti a tornare a casa in treno ed a notte fonda, senza che nessuno tuteli la loro incolumità. La carenza di personale, non può in alcun modo ripercuotersi sulla sicurezza dei Cittadini. La Polizia Ferroviaria, infatti, ha sempre svolto, fino al recente passato, servizio fino all’arrivo dell’ultimo treno, quello dell’una, per poi ritornare in stazione alle sette del mattino successivo. Ora con la chiusura del servizio, che viene sostituito da pattuglie di Polizia e Carabinieri presenti in città, le sei ore di non copertura diventano veramente insostenibili, dal punto di vista della tutela della sicurezza dei cittadini e dei viaggiatori. Giova ricordare che la locale stazione di Cassino è anche stazione Cotral, quindi con un numero di viaggiatori veramente elevato, che costituisce sicura attrattiva per i potenziali malintenzionati durante le ore di chiusura del presidio Polfer. Per questi motivi, con la presente sono a richiedere un Suo autorevole e tempestivo intervento, per ripristinare l’originaria operatività e presenza del servizio Polfer della Stazione di Cassino e garantire quindi la necessaria sicurezza dei cittadini”.

Redazione Digital

Potrebbero interessarti anche...