Aperta la caccia al cinghiale nel Lazio, la Regione ricorre all’abbattimento nelle città

“Finalmente sul tema cinghiali, la Giunta Zingaretti ha optato per la linea dura: l’abbattimento – ha affermato il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli – Ma doveva arrivare la peste suina per capire che il fenomeno era ormai inarrestabile? Sono anni che insisto su questo punto. Per contenere questi ungulati, infatti, bisogna autorizzare il selecontrollo, fin dove è possibile. Le misure adottate dalla Regione fino ad oggi, si sono rivelate insufficienti ad arginare il contenimento di questi animali. La circostanza va ribadita ancora una volta, non è più solo un problema economico, comunque importante, ma anche di sicurezza delle persone ed ora anche sanitario! Meglio tardi che mai dunque, ma se si fossero mossi prima, forse non ci saremmo ritrovati in queste condizioni”.

Redazione Digital

Potrebbero interessarti anche...