Anagni, Pasqua ricca di eventi uova e sbandieratori ecco il programma  

Sta per iniziare un altro fine settimana all’insegna della cultura, della bellezza e della prevenzione ad Anagni.
Il prossimo 9 aprile, a partire dalle 9, Casa Barnekow, recentemente restaurata, ospiterà l’ABI Day, giornata della prevenzione angiologia con la possibilità di individuare, attraverso un esame Doppler, soggetti ad elevato rischio cardio-vascolare. Per partecipare è necessario prenotare al numero 3395749045.
Alle ore 18:30 invece in Sala della Ragione si svolgerà il concerto corale e strumentale dei giovani artisti del Lazio a sostegno delle iniziative dell’Associazione “Le Ali di Flavio OdV”, attiva a sostegno dei bambini, degli adolescenti e delle famiglie del reparto di Oncoematologia dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. Domenica 10 aprile a partire dalle ore 09:30 la Sala della Ragione ospiterà il convegno “Chirurgia plastica e medicina estetica oggi”, un incontro-dibattito tra professionisti del settore, ma anche una giornata informativa utile per i cittadini su questa branca della medicina.  Alle ore 12:00, al termine della messa della Domenica delle Palme, verrà inaugurato l’albero di Pasqua in Piazza Innocenzo III, un ulivo addobbato dai bambini delle scuole anagnine per festeggiare la Santa Pasqua e simboleggiare la rinascita della città. Ai bambini che interverranno verrà donato un uovo di Pasqua grazie al contributo dell’Associazione AssoTutela. Sarà possibile inoltre usufruire di visite guidate gratuite a cura della Pro Loco, con la presenza degli Sbandieratori di Castello, musica e degustazioni nel centro storico.

«Abbiamo sempre pensato che Anagni avesse la capacità di essere una città attrattiva perché in grado di presentare una offerta vasta di possibilità per passare il fine settimana – hanno affermato il sindaco Daniele Natalia e l’assessore alla cultura Carlo Marino – Uno dei nostri obiettivi come Amministrazione è sempre stato quello di coniugare le bellezze storico-artistiche ed il patrimonio culturale immateriale della città con la “funzione sociale” della prevenzione e dell’informazione, in altre parole con le necessità del quotidiano che, insieme ad eventi culturali di alto livello, rappresentano il “marchio di fabbrica” della nostra Anagni.
Pensiamo all’albero di Pasqua e ci viene in mente la capacità con cui i bambini delle scuole hanno voluto decorarlo; pensiamo alla collaborazione con la Pro Loco dal lato turistico-culturale e con altre importanti realtà associative da quello dello sviluppo di iniziative e convegni, rendendoci conto che è stato fatto un ottimo lavoro finora e che bisogna continuare su questa strada. Se Anagni è tornata ad essere un punto di riferimento per il turismo e la cultura nel territorio lo si deve anche a queste iniziative».

Redazione Anagni

Potrebbero interessarti anche...