lunedì , 15 ottobre 2018
Home > Alatri > “Vita Indipendente”, servizi efficienti ad Alatri
“Vita Indipendente”, servizi efficienti ad Alatri

“Vita Indipendente”, servizi efficienti ad Alatri

Il progetto “Vita Indipendente”, in favore delle persone con disabilità, grazie ad un finanziamento dello Stato e della Regione Lazio ottenuto dal Distretto socio-assistenziale “A”, sta entrando nel vivo. Ad annunciarlo l’assessore ai servizi sociali di Alatri, Fabio Di Fabio. “Gli uffici del distretto hanno comunicato ai comuni di residenza dei beneficiari le modalità di erogazione dei servizi ed interventi previsti, al fine di predisporre progetti individualizzati in base ai bisogni di ciascuna persona ed in funzione di quanto dalla stessa richiesto – afferma Di Fabio. I progetti individualizzati, a secondo della preferenza degli interessati, prevedono diverse prestazioni: l’assistenza familiare, con operatori qualificati, a sostegno della inclusione sociale e relazionale della persona; il trasporto per necessità (presso i servizi socio–sanitari) o anche semplicemente per avere rapporti partecipativi all’interno della società; l’organizzazione di corsi di formazione finalizzati alla acquisizione di competenze che rendano la persona con disabilità il più possibile autonoma nei suoi bisogni quotidiani; un contributo al pagamento delle utenze; la partecipazione ad un soggiorno estivo; l’acquisto di strumenti di domotica, per rendere l’abitazione più confortevole ed idonea alla disabilità. Tutte le persone aventi i requisiti – aggiunge Fabio Di Fabio – usufruiranno dei benefici del progetto: e questo avverrà a partire dalle prossime settimane, demandando ai servizi sociali dei comuni l’attivazione di alcuni interventi, mentre l’organizzazione del soggiorno estivo e della formazione resterà in capo agli uffici distrettuali. Le somme complessivamente impegnate ammontano a centomila euro e rappresentano un impegno significativo della comunità per favorire davvero l’indipendenza della persona con disabilità. Il progetto ha durata di un anno. Il distretto socio–assistenziale, grazie all’impegno degli amministratori dei comuni interessati e degli operatori professionali impiegati, continua a cogliere tutte le opportunità per la promozione della ‘vita indipendente’ delle persone diversamente abili – conclude l’assessore ai Servizi sociali distrettuali, che vuol dire, per loro, avere la possibilità di vivere la propria vita pienamente come qualsiasi altra persona”.

Redazione Alatri