martedì , 21 novembre 2017
Home > Politica > Trasporto pubblico alunni con disabilità, più di un milione di euro dalla Regione
Trasporto pubblico alunni con disabilità, più di un milione di euro dalla Regione

Trasporto pubblico alunni con disabilità, più di un milione di euro dalla Regione

“In concomitanza con l’inizio del nuovo anno scolastico la Regione ha varato le linee guida ed un nuovo bando da 1,5 milioni di euro da destinare al sostegno ai Comuni del Lazio per garantire il trasporto scolastico agli alunni con disabilità attraverso un apposito finanziamento – ha affermato l’assessore regionale Mauro Buschini – Già dallo scorso anno, infatti, i Comuni, su indicazione della Regione, hanno provveduto a garantire il servizio di trasporto scolastico degli studenti diversamente abili del II ciclo in base al Piano annuale degli interventi per il diritto allo studio (DGR n. 525/2016). Il servizio di trasporto scolastico che si intende supportare, in particolare, è quello consistente nel trasporto dello studente disabile nel tragitto casa/scuola, e viceversa, con lo scopo di favorire la regolare frequenza scolastica e, più in generale, il diritto allo studio. Scopo della misura, inoltre, è favorire l’organizzazione del trasporto scolastico, anche con mezzi privati, svolto in ambito urbano e interurbano degli studenti con disabilità frequentanti le scuole del II ciclo. Per questi studenti il servizio dovrà prevedere mezzi di trasporto attrezzati con personale specializzato. La Regione individua i Comuni quali enti gestori del servizio di trasporto in favore degli studenti con disabilità frequentanti le scuole statali o paritarie del II ciclo nell’esigenza di soddisfare in modo efficiente ed efficace le esigenze territoriali e garantire la continuità degli interventi ai soggetti destinatari. I Comuni potranno organizzare il servizio direttamente (in forma singola o associata) o attraverso l’affidamento a soggetti terzi. In alternativa, potranno optare per gestire il servizio attraverso la concessione di contributi economici forfettari direttamente alle famiglieLa presentazione della domanda di contributo da parte dei Comuni dovrà avvenire in forma esclusivamente telematica a mezzo di posta elettronica certificata alla casella PEC programmazione.istruzione@regione.lazio.legalmail.it entro il 30 settembre 2017, con una nota riepilogativa contenente l’indicazione del numero degli utenti assistiti e del computo complessivo dei chilometri percorsi giornalmente – ha concluso Buschini – L’erogazione del contributo eventualmente concesso avverrà in due step: un acconto pari al 50% a seguito dell’adozione del piano di riparto della Regione ed il saldo alla presentazione della rendicontazione finale della documentazione di spesa che i Comuni dovranno formalizzare entro il 30 luglio 2018. Per documentazione e informazioni è possibile consultare il portalehttp://www.regione.lazio.it/rl_istruzione_giovani/”.