domenica , 27 maggio 2018
Home > Boville Ernica > “SiAMO Boville Ernica”, Orlando Cervoni fa il pieno
“SiAMO Boville Ernica”, Orlando Cervoni fa il pieno

“SiAMO Boville Ernica”, Orlando Cervoni fa il pieno

Prima uscita ufficiale per la lista “SiAMO Boville Ernica”. Orlando Cervoni fa il pieno. Il candidato a sindaco, oltre a presentare la propria squadra e a illustrare parte del programma da realizzare, ha spaziato anche tra storia, Costituzione, crisi economica ed episodi di vita amministrativa trascorsa citando soprattutto l’ex Sindaco Alfredo Verrelli dal quale Cervoni dice di aver appreso il modo garbato e anche deciso dell’amministrare e del rispetto di tutti i cittadini. Innanzitutto, Cervoni ha dichiarato di avere il tempo per fare il sindaco potendo garantire costantemente la sua presenza per cinque ore al giorno sul Palazzo comunale, perché come ha affermato “non si sta al servizio dei cittadini stando solo mezz’ora sul Comune, in questo modo sono novemila persone a dover essere a disposizione di uno, mentre è più facile e più giusto che uno sia a disposizione di novemila, perché il sindaco e gli amministratori comunali devono facilitare la vita dei cittadini”.

Parlando degli interventi da realizzare Cervoni inizia dalle buche che se coperte a regola d’arte faranno diminuire il numero di sinistri che l’ente deve risarcire e di conseguenza anche il costo delle polizze assicurative. Tra i tanti temi affrontati ci sono l’intenzione di attivare circolari intercomunali con i paesi limitrofi per potenziare il trasporto pubblico, la necessità di istituire due isole ecologiche affinché aumenti la percentuale di raccolta differenziata e possano esserci benefici oltre che all’ambiente anche sulla tassa dei rifiuti e l’efficientamento energetico della pubblica illuminazione. Per quanto riguarda il rapporto tributario con i cittadini secondo Cervoni “è necessario che i cittadini conoscano preventivamente dal Comune le somme dovute in modo che una volta che abbiano assolto i propri obblighi non debbano incorrere in ulteriori controlli da parte dell’ente e che vi sia anche una riduzione delle aliquote IMU sui terreni edificabili poiché con l’attuale crisi economica è molto difficile pensare a nuove edificazioni”.

C’è stato poi molto spazio per due temi molto sentiti dalla cittadinanza: acqua pubblica ed emissioni elettromagnetiche dei ripetitori, verso i quali Cervoni ha ricordato di essere stato sempre sensibile avendoli combattuti in prima linea. “Per quanto riguarda il rapporto con Acea – ha aggiunto Cervoni – è necessario che il gestore investa sul territorio di Boville Ernica per la realizzazione e la manutenzione delle reti idriche e fognarie, ma c’è anche bisogno che l’Assemblea dei sindaci non ripeta gli errori degli anni passati che hanno consentito ad Acea di applicare in Ciociaria tariffe spropositate rispetto a quelle applicate a Roma”.
Sulle emissioni elettromagnetiche Cervoni, dopo aver ricordato gli errori di una vecchia amministrazione sul tema, ha assicurato ai cittadini che oltre a monitorare costantemente il livello di emissioni ci sarà l’impegno a revisionare il Piano Regolatore Generale per ben delineare le zone tecnologiche e fare in modo che non si possano installare nuovi impianti in posti diversi da quelli attuali.