sabato , 15 dicembre 2018
Home > Cronaca > Malasanità in Ciociaria-“Quasi un anno per una ecografia”
Malasanità in Ciociaria-“Quasi un anno per una ecografia”

Malasanità in Ciociaria-“Quasi un anno per una ecografia”

“Ho presentato interrogazione al Presidente Zingaretti, al fine di conoscere come la Regione Lazio intende garantire un efficace e tempestivo servizio di prevenzione oncologica in ordine al monitoraggio dei tempi di attesa per prestazioni diagnostiche importanti – ha affermato il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli – Ho sottoposto all’attenzione del presidente il caso di una cittadina residente nel comune di Isola del Liri la quale ha fatto richiesta il 12/01/2018, tramite il Cup, per un esame di Ecografia mammaria per mastopatia nodulare. Dopo alcuni mesi di attesa, alla paziente è stato dato l’appuntamento per il 12/10/2018 per sottoporsi al suddetto esame presso l’Ospedale di Isola del Liri, ma qualche giorno prima della data fissata per l’esame, il personale del Cup ha contattato la paziente per dirle che, in mancanza di medici presso l’ospedale di Isola del Liri, l’appuntamento era da considerarsi annullato e che avrebbero comunicato una nuova data appena possibile. Nei giorni seguenti, l’ultima volta a metà novembre, la signora si è recata presso l’Ospedale di Isola del Liri per avere informazioni sulla visita, ma, nuovamente, il personale dell’Ospedale non era in grado di fornire una risposta precisa a riguardo, a causa della carenza dei medici disponibili. Mi preme evidenziare che al momento della presentazione dell’interrogazione, la signora non è ancora stata chiamata per effettuare l’esame richiesto. La paziente è affetta da carcinoma ovarico e necessita di controlli periodici, ma perdurando l’impossibilità di effettuare l’esame, è stata costretta a rivolgersi ad una struttura privata, con evidente ulteriore aggravio di costi. Ritengo che le politiche regionali circa la prevenzione oncologica rischiano di risultare inefficaci, se le prestazioni diagnostiche per patologie a rischio tumorale non vengono erogate con assoluta tempestività”.