giovedì , 15 novembre 2018
Home > Cultura > L’opera distrutta di Banksy, il misterioso artista spiega come ha fatto
L’opera distrutta di Banksy, il misterioso artista spiega come ha fatto

L’opera distrutta di Banksy, il misterioso artista spiega come ha fatto

Un colpo di scena, una trovata pensata da anni per protestare contro la ‘mercificazione’ dell’arte e il feticismo collezionistico. Poche ore dopo che una delle sue opere si è autodistrutta, dopo essere stata battuta da Sotheby’s per 1,2 milioni di euro, il misterioso street artist Banksy ha voluto spiegare come diversi anni fa nascose il meccanismo di triturazione nella cornice del quadro, ‘nel caso l’opera fosse mai stata messa all’asta’. Così, con un altro colpo a effetto, che dimostra la sua sapiente capacità di gestire le sue creazioni, ha pubblicato su Instagram un video in cui fa vedere come avesse nascosto il meccanismo di triturazione all’interno del telaio.

“Alcuni anni fa, ho costruito segretamente un distruggi-documenti in un dipinto”, si legge nell’introduzione al video. Poi le immagini mostrano una figura incappucciata, probabilmente lo stesso Banksy, che piazza un meccanismo simile a quello delle macchine che distruggono i documenti, nella cornice dorata del quadro ‘Bambina con il palloncino’ nel caso in cui ‘finisse all’asta’, si legge sulla didascalia. Prima dell’asta, Sotheby’s aveva presentato la cornice dorata, posta attorno alla tela ‘Girl with balloon’, come “un elemento integrante dell’opera scelta dallo stesso Banksy”. Le immagini della vendita – girate con un cellulare – mostrano poi come una sirena abbia suonato nel momento in cui il battitore dichiara venduto il quadro. Pochi istanti dopo la tela inizia a scorrere verso il basso, tagliuzzata in decine di striscette dal ‘trita-documenti’. C’è chi giura che l’artista fosse in sala, venerdì sera, a Londra, e magari, perché no, fosse proprio l’acquirente del quadro o uno di quelli che ha girato il video, finito subito sui social. Secondo alcuni, poi, il quadro tagliuzzato, proprio per il sorprendente finale dell’asta, potrebbe adesso valere il doppio. Banksy, artista e ‘graffitaro’ di Bristol, è famoso per opere su temi controversi, polemici. Sempre su Instagram ha commentato il suo gesto con una frase di Picasso: “La brama di distruggere è anch’essa un impulso creativo”. rainews.it