lunedì , 11 dicembre 2017
Home > Cultura > IV novembre 1918, Italia unita e vittoriosa
IV novembre 1918, Italia unita e vittoriosa

IV novembre 1918, Italia unita e vittoriosa

Savoia
Il 4 novembre è una data che unisce e che sancisce la gloriosa fine del Risorgimento italiano. Solenne fu l’ultimo bollettino di guerra, il bollettino della vittoria con cui il generale Armando Diaz, napoletano, comunicò agli italiani la fine del conflitto iniziato per l’Italia nel 1915, sulle sponde del Piave. «…I resti di quello che fu uno dei più potenti eserciti del mondo risalgono in disordine e senza speranza le valli che avevano disceso con orgogliosa sicurezza». Il 4 novembre è solennità nazionale, è ricorrenza da celebrare, è la festa degli italiani. Non confondiamo il 4 novembre con il 25 aprile. Sono due date distine e separate. Il 25 aprile è la resistenza, la fine della seconda guerra mondiale, la liberazione. Purtroppo è una data che tutt’oggi divide. Storicamente è così. Dividerà finché non sarà riconosciuto ufficialmente il sacrificio di milioni di italiani che decisero di restare laddove l’Italia aveva deciso di stare all’inizio del secondo conflitto mondiale. Il 4 novembre fino a qualche anno fa era festa nazionale. Ecco, il 25 aprile avrebbe dovuto rafforzare il 4 novembre con il sangue della resistenza e non avrebbe dovuto tentare di cancellare dalla memoria degli italiani la ricorrenza della vittoria della prima guerra mondiale e del completamento dell’unità nazionale.