sabato , 15 dicembre 2018
Home > Ferentino > Ferentino, la città accoglie delegazione ambasciatori presso Santa Sede
Ferentino, la città accoglie delegazione ambasciatori presso Santa Sede

Ferentino, la città accoglie delegazione ambasciatori presso Santa Sede

Anche la città di Ferentino ha accolto con calore e affetto gli ambasciatori di Slovenia, Iraq, Nicaragua, Costa d’Avorio, Costa Rica, Gabon, Slovacchia, Timor Orientale, El Salvador e Nigeria accreditati presso la Santa Sede e in visita nei luoghi della diocesi di Frosinone-Ferentino-Veroli grazie all’associazione “Scoprendo l’Italia” di Salvador Miguel Porcaro e alla collaborazione di Diaconia. A ricevere gli illustri ospiti nella sala consiliare del Comune di Ferentino, il sindaco Antonio Pompeo e la sua amministrazione. Scambio di dono e di cortesie tra le delegazioni e visita della città, con le guide della Pro loco.

“Queste iniziative sono particolarmente importanti perché hanno lo scopo non solo di promuovere il nostro territorio e creare occasioni di incontri e condivisione per allacciare relazioni e stabilire future collaborazioni, ma possono servire anche a favorire il dialogo tra i popoli, dunque a promuovere i valori della pace e dell’universalità – ha affermato Antonio Pompeo – La nostra provincia, e Ferentino nello specifico, è un territorio ricchissimo di testimonianze legate alla storia della Chiesa e al cristianesimo, per cui è fondamentale promuoverne la conoscenza e la visibilità”. Il Presidente dell’associazione “Scoprendo l’Italia”, Salvador Miguel Porcaro, da anni risiede a San Severino Marche. Durante l’incontro è stato ricordato il gemellaggio che lega le due comunità, rinsaldato in occasione del sisma che ha colpito la cittadina marchigiana, quando da Ferentino partirono mezzi che portarono soccorso, viveri e medicinali alla popolazione locale. “Questa occasione – ha concluso il sindaco Pompeo – è stata anche motivo per ricordare quanto è forte e sentito il gemellaggio con San Severino Marche. Ringrazio tutti gli illustri ospiti e gli organizzatori e siamo pronti a stabilire iniziative di scambi culturali per promuovere il territorio e le sue bellezze”.