domenica , 23 settembre 2018
Home > Cultura > E’ morto Pierre Milza, il biografo di Benito Mussolini
E’ morto Pierre Milza, il biografo di Benito Mussolini

E’ morto Pierre Milza, il biografo di Benito Mussolini

Lo storico francese Pierre Milza, uno dei massimi studiosi del fascismo e biografo di Benito Mussolini, è morto oggi a Saint Malo all’età di 85 anni. Era professore emerito di Storia contemporanea all’Institut d’études politiques di Parigi e fino al 2000 è stato direttore del Centro di storia dell’Europa del XX secolo presso la Fondation nationale des sciences politiques (Fondazione nazionale di scienze politiche). Sul Duce ha pubblicato “Mussolini” (Carocci editore, 2000), “Gli ultimi giorni di Mussolini” (Longanesi, 2011), “Hitler e Mussolini. Tutti i segreti di una tragica amicizia” (Longanesi, 22015). Con Serge Bernstein ha pubblicato “Dizionario dei fascismi. Personaggi, partiti, culture e istituzioni in Europa dalla Grande Guerra a oggi” (Bompiani, 2002) e “Storia del fascismo. Da piazza San Sepolcro a piazzale Loreto” (Rizzoli, 1995). Milza era considerato tra i maggiori specialisti dei regimi fascisti europei – in particolare di quello italiano – e della storia delle relazioni internazionali durante il Novecento. E’ stato il primo storico quasi vent’anni fa a indagare il moltiplicarsi dei movimenti di estrema destra in Europa. Nel 2002 ha pubblicato il saggio “L’Europe en chemise noire. Les extrêmes droites de 1945 à aujourd’hui” (Fayard), tradotto in italiano nel 2003 con il titolo “Europa estrema. Il radicalismo di Destra dal 1945 a oggi” (Carocci editore).

Scrittore prolifico, specialmente di opere sui totalitarismi, analizzati in chiave comparativa, Milza è autore della monumentale “Storia del fascismo” (uscita in Francia in prima edizione in quattro volumi negli anni ’70), uno dei testi più completi dedicati al Duce e al fascismo italiano insieme alla biografia di Mussolini di Renzo De Felice edita da Einaudi. E proprio con De Felice, Pierre Milza ha collaborato per svariati anni e con lui ha condiviso la tesi secondo cui il fenomeno mussoliniano è un prodotto tipico del contesto italiano dell’epoca e come tale a esso va ricondotto. L’edizione francese della biografia di “Mussolini” (Fayard, 1999, 985 pagine) ha ottenuto il Prix Guizot e il Grand Prix d’histoire de la Société des gens de lettres. Tra gli altri libri di Pierre Milza tradotti in italiano “Verdi e il suo tempo” (Carocci editore, 2001), con cui ha vinto in Francia il Prix Pierre-Lafue; “Storia d’Italia. Dalla preistoria ai giorni nostri” (Corbaccio, 2006); “Garibaldi” (Longanesi, 2013). – See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Francia-e-morto-Pierre-Milza-storico-del-fascismo-79e68ee6-c0d3-4f22-ac87-b9ad95f0469d.html