martedì , 19 febbraio 2019
Home > Politica > Cicloturismo, nuovi percorsi in Ciociaria
Cicloturismo, nuovi percorsi in Ciociaria

Cicloturismo, nuovi percorsi in Ciociaria

“Un evento importante, grazie a Federturismo Confindustria e ad Unindustria per aver organizzato un convegno su un tema che può essere fondamentale per lo sviluppo di questo territorio – ha affermato il consigliere regionale Sara Battisti – Dopo l’anno dei cammini, quello dei borghi e del cibo il 2019 è stato dichiarato l’anno del Turismo lento, un’occasione con la quale riscoprire e valorizzare i territori italiani e riproporli in chiave ecologica e sostenibile, garantendo di pari passo esperienze di viaggio innovative. Investire sul turismo sostenibile vuol dire tutelare e promuovere in modo nuovo le bellezze dei luoghi della nostra terra. In quest’ottica le piste ciclabili possono rappresentare una preziosa opportunità per costruire percorsi naturalistici appetibili utili e funzionali alla riscoperta del territorio. Ci sono regioni che hanno investito molto sul cicloturismo, come ad esempio il Trentino, e si calcola che gli investimenti abbiano prodotto ricavi direttamente imputabili al cicloturismo pari a 100 milioni di euro annuali. Queste realizzazioni e i loro successi ci indicano chiaramente che i tempi sono maturi anche per noi per fare il salto di qualità, proponendosi in modo competitivo sul mercato moderno”.

“Il cicloturismo è in forte espansione ed anche la Regione Lazio si sta muovendo in questa direzione: il bando sulla mobilità ciclistica consentirà ai comuni interessati di investire su questo settore, sia in nuove realizzazioni che mettendo in sicurezza e ripristinando i percorsi esistenti ma usurati dal tempo – ha aggiunto Battisti – Tutto questo sarà possibile anche grazie all’emendamento da me sottoscritto che ha destinato maggiori risorse al settore nell’ultima legge di bilancio regionale. Nell’emendamento inoltre è stata esplicitata l’esigenza di mettere in sicurezza e manutenere anche la pista ciclabile Fiuggi-Paliano, ampliando parallelamente la ciclovia turistica sull’ex tracciato ferroviario Roma-Fiuggi ed altri percorsi turistici definiti attraverso un tavolo di confronto con gli enti territoriali coinvolti e gli operatori del settore. Per questo Fiuggi deve avere la grande ambizione di realizzare la ciclabile urbana. Sarebbe di fatto perno centrale di un nuovo segmento turistico. Il lavoro annunciato dall’AD di Ferrovie dello Stato, Gianfranco Battisti, i suggerimenti arrivati dai relatori del convegno, raccontano di una sinergia possibile anche con enti, istituzioni e privati extraterritoriali”.