lunedì , 15 ottobre 2018
Home > Frosinone > Asi Frosinone, Proia confermato vicepresidente
Asi Frosinone, Proia confermato vicepresidente

Asi Frosinone, Proia confermato vicepresidente

Esordio al gran completo per il Consiglio di amministrazione dell’Asi che, questa mattina, ha potuto contare anche sulla partecipazione di Giovanni Proia ed Emanuele Di Gennaro, in rappresentanza, rispettivamente, della Regione Lazio e della Camera di Commercio, che si sono uniti a Gianfranco Pizzutelli e Miriam Diurni. Il Cda ha immediatamente proceduto alla nomina del vicepresidente dell’ente, accogliendo la proposta del presidente De Angelis di puntare sulla continuità e, quindi, di confermare l’uscente Proia. “E’ stata una seduta molto proficua – ha commentato il numero uno dell’Asi – all’insegna della collegialità e dell’unità di intenti. Sono molto soddisfatto della conferma di Proia quale mio vice perché ritengo che non potesse esserci scelta migliore, dato che conosce molto bene la realtà del Consorzio, avendolo già guidato”. Nel corso dei lavori, sono state individuate le priorità da perseguire nei prossimi tre anni: “L’accento – ha ribadito – De Angelis – è stato puntato soprattutto sulla tutela dell’ambiente e sulla necessità di uno sviluppo sostenibile, ovviamente senza tralasciare la necessità di una reindustrializzazione del territorio che dovrà, per forza di cose, passare attraverso il recupero dei siti dismessi. Inoltre – ha concluso il presidente – è stata confermata la volontà di mettere al più presto mano al Prg che tutti vorremmo fosse più innovativo, duttile ed elastico rispetto all’attuale e cioè in grado di favorire lo sviluppo produttivo dei nostri agglomerati industriali”. “Ringrazio Francesco per avermi designato – ha detto dal canto suo Giovanni Proia – perché così siamo riusciti a dare una continuità al lavoro che insieme abbiamo cominciato tre anni fa e che vogliamo e dobbiamo portare a termine. Le sfide che ci aspettano sono tante. Penso alla tutela dell’ambiente, al ritorno allo sviluppo, al recupero dei siti dismessi, senza dimenticare la promozione dell’ente a livello internazionale che vogliamo perseguire con determinazione affinché nuovi investitori abbiamo l’opportunità di conoscere il nostro territorio”.